Vantaggi fiscali sull'acquisto di opere d'arte

 arredamento 2

 

Sempre più persone decidono di investire nell'arte e nell'antiquariato, dedicandosi al collezionismo sia per passione che per opportunità. L'investimento nell'arte e nelle opere d'epoca porta con sé numerosi vantaggi: si tratta di beni sicuri che non rischiano la svalutazione, e assicurano all'investitore il godimento di un plusvalore estetico, dato che avrà le opere sempre a propria disposizione. Inoltre questa forma d'investimento è particolarmente vantaggiosa dal punto di vista giuridico e fiscale.

Di recente sono state introdotte delle nuove normative per incentivare e agevolare l'acquisto di opere d'arte anche da parte di società e imprese, con lo scopo di migliorare l'immagine aziendale o promuoversi attraverso la diffusione del patrimonio culturale.

Ecco i vantaggi principali:
- I privati non pagano la tassa sul Capital Grain in caso di plusvalenza dalla compravendita di opere d'arte.
- Le imprese che acquistano opere d'arte possono risparmiare l'IVA, quando l'opera contribuisce a migliorare l'immagine aziendale (collocata in uffici e stanze di rappresentanza o utilizzata a scopo pubblicitario). Le stesse regole delle imprese valgono per i professionisti che agiscono in quanto società (quindi con partita IVA).
- I professionisti hanno la possibilità di contare l'acquisto delle opere d'arte come costo annuo fino all'1% del proprio fatturato. Chi acquista opere al di sotto di tale valore, può risparmiare sull'aliquota fiscale una quota tra il 25% e il 40%.
- Le opere che hanno meno di 50 anni o sono state realizzate da autori viventi non necessitano di autorizzazione per l'esportazione. esposizione di quadri antichi

Per la tutela e la valorizzazione dell'investimento nell'arte è opportuno prendere conoscenza degli adempimenti di natura legale necessari, ricordando che è sempre consigliabile avvalersi di consulenti specializzati in ambito sia giuridico che finanziario e artistico.
Al momento della compravendita ricordate sempre di munirvi di un valido titolo giuridico, ma prima di acquistare fate sempre fare una perizia e una valutazione dell'opera, per certificarne la provenienza e l'autenticità. Il certificato di autenticità e la dichiarazione di provenienza dell'opera sono documenti importanti, che vanno custoditi.
Infine, se avete acquistato più elementi, archiviate e catalogate tutte le opere d'arte che già fanno parte della collezione: ciò vi permetterà di valorizzarle al meglio e sarà un grande aiuto qualora voleste venderle o metterle in esposizione.