CARRELLO

(vuoto)

Login/Logout

Filtri

LUIGI VERONESI
SERIGRAFIE | Senza titolo 5 | cod.2288

cercoarte-luigi-veronesi-2288
Valutazione di mercato: € 546
PREZZO DI CERCOARTE:
€ 420



Fino al 31/12/2021 l'IVA è a nostro carico
SPEDIZIONE: Gratuita per l'Italia


Disponibilità: 1 esemplare

AGGIUNGI AL TUO CARRELLO Richiedi un acquisto rateizzato



SPECIFICHE OPERA

SERIGRAFIE
Senza titolo 5
50x70
Serigrafia 
1976
100
Serigrafia 1943/76
Senza cornice


L'ARTISTA

cercoarte-luigi-veronesi.jpg
LUIGI VERONESI
Pittore italiano (Milano 1908 - ivi 1998), fratello di Giulia. Protagonista della ricerca astratta in Italia tra le due guerre, continuò a elaborare in dipinti, incisioni o bassorilievi le rigorose, caleidoscopiche configurazioni geometriche dell'esordio. Il suo interesse a indagare i rapporti tra suoni e colori attraverso la trasposizione visiva delle frequenze musicali ha informato anche il suo lavoro di scenografo. Nel 1983 gli venne assegnato il premio Feltrinelli dell'Accademia dei Lincei per la pittura.
VITA E OPERE
Dopo un soggiorno a Parigi (1932), durante il quale strinse rapporti con F. Léger e si interessò in particolare ai costruttivisti russi e olandesi, V. abbandonò l'impianto figurativo delle prime opere per dedicarsi alla ricerca di un linguaggio astratto di decisa tendenza geometrica; nel 1934 entrò a far parte del gruppo Abstraction-Création. In quegli stessi anni, in rapporto con G. Pagano ed E. Persico, collaborò con fotomontaggi a Casabella, e fu tra gli animatori della rivista Campo grafico, attraverso la quale si fece propugnatore di una riforma della concezione tipografica e illustrativa. Curioso e instancabile sperimentatore a partire dal 1935, V. fu attratto dalle possibilità espressive offerte dalla fotografia e cominciò a sperimentare tecniche diverse, dalla pittura su pellicola al fotomontaggio alla solarizzazione; nel 1939 pubblicò le "14 variazioni di un tema pittoricio" con commento musicale di R. Malipiero, avviando una serie di ricerche sui rapporti tra scale musicali e scale cromatiche che caratterizzeranno molta parte della sua opera. Nel 1949 aderì al MAC partecipando da questo momento alle mostre del movimento. Proseguendo con coerenza la sua ricerca interdisciplinare, dopo una serie di dipinti definiti da una inedita densità materica e dall'emergere di nuove forme organiche (ciclo Organico, 1960-63), V. tornò ai tracciati lineari e alle rigorose configurazioni geometriche dell'esordio (Composizione 08, 1964, Torino, Galleria d'arte moderna). Accanto all'intensa attività grafica e di xilografo, si dedicò con passione al teatro creando interessanti serie di scenografie e costumi (suoi bozzetti al Museo della Scala a Milano). Dal 1973 al 1977 insegnò composizione e cromatologia presso l'accademia di Brera.

SERIGRAFIE



ESPRIMI UN TUO APPREZZAMENTO SU QUEST'OPERA (da 1 a 5 punti):



LASCIA IL TUO COMMENTO/SUGGERIMENTO SU PRODOTTO O SERVIZIO:

Username:
E-mail:
Check:

 

Numeri utili

Direzione e amministrazione:
(+39)  071.9257788
Per informazioni sulla materia artistica:

(+39)  335 811 7933
Per problemi tecnici relativi al sito:
(+39)  391 714 7302

Email
info@cercoarte.com

Social 

Facebook YouTube Pinterest

 

 

Non la trovi qui?
Richiedila qui!

Linea aiuti CercoArte+39  071.9257788

Qualunque sia l'Opera che cerchi, non presente in CercoArte, fanne espressa richiesta alla nostra organizzazione. Collaborando con decine di gallerie internazionali, importanti collezionisti ed aste nazionali, riusciremo a garantirti sempre il prezzo più basso di mercato.

 

La tua Valuta

Save
Preferenze sull\'uso dei Cookie
Utilizziamo i cookie per assicurarti di ottenere la migliore esperienza sul nostro sito web. Se rifiuti l\'uso dei cookie, questo sito potrebbe non funzionare come previsto.
Accetta tutto
Declina tutto
Leggi
Analitica
Google Analitica
Accetta
Declino
statistiche di Google
Accetta
Declino
Sconosciuto
Sconosciuto
Accetta
Declino